Betül Dünder : Tra due montagne



 TRA DUE MONTAGNE

Avevano venduto mia sorella a Raqqa
le mani del compratore sembravano essere più grandi del suo cuore
la sua bocca sembrava più larga delle sue mani
è proprio il modo in cui ingoiava senza masticare

ieri ho visto un passero che pareva
fosse morto mentre era in volo
sai quando il sole l'ha abbandonato
come un'edera nera arrotolava il suo corpo senza luce e freddo
disegnato sulle montagne
Mi chiedo se il cielo di Raqqa
sia un cielo autentico
e se la montagna
non sia un uccello che vola verso la montagna

Sto cercando me stessa, la mia carne ha penetrato le mie ossa
la mia anima è diventata  mia compagna

l'acqua del dolore vaga dentro di me
non è il mercato delle ragazze
Ho visto un sogno ieri, come se il mio carnefice fosse morto su di me

Ho aperto gli occhi e l'ho buttato via da me

Mi è stato strappato un dito
è rimasto bloccato a Raqqa tra due montagne
in quel momento esatto in cui stavo mostrando mia sorella a Dio

Betül Dünder

 
 Tradotto dal turco in inglese da Mesut Şenol
Tradotto dall'inglese in italiano da Claudia Piccinno

Nessun commento: