Il simit di Emel İrtem da Eskişehir, Turchia.




Il simit *

Il simit è delizioso

tu sei più adorabole del simit
Saluta Şeyho
lascia che mi porti una tazza di tè
fammi mangiare prima che io
sia seguita da amore e rivoluzione ...

quando hai risvegliato le questioni del paese
che non può rialzarsi, la priorità sono i debiti che devi a qualcuno
si svegliano nella pancia e l'impiegato diventa tardivo
Qual è la probabilità, anche se il paese entra in un caos nel mezzo del trambusto
in apparenza tutti sembrano felici con le case e le auto appartenenti alle banche
il mondo miserabile saluta il futuro ipotecato
lascia ch’io perda il mio interesse
prima d’essere seguita da amore e rivoluzione

per farti un esempio, la televisione ha irradiato sostanze tossiche
che stanno facendo impazzire gli umani. Anche rendendoli tossicodipendenti, più dell'alcol
meno della sigaretta. Stiamo ridendo mentre piangiamo

e siamo arrabbiati mentre sorridiamo
è sempre stato così ... questa è una casa di lamenti e celebrazioni
in ogni caso uno di noi sarà molto avanti
proprio in quel momento avremmo dimenticato il gusto del simit
allora i nostri amanti ci lasciano uno ad uno
lascia che sia così, ci baciamo allo specchio
e iniziamo a mangiare noi stessi dalle nostre pance
quando abbiamo finito ci dimentichiamo della rivoluzione
potremmo anche averlo bevuto l'amore da qualche parte

una volta il simit era delizioso  e tu eri adorabile, ora non ci sono vecchie mani
tu eri più bello di quanto non fosse il simit, ma sei invecchiato velocemente
Seyho s’ è licenziato e si è impiccato al soffitto perché era al verde
Ho iniziato a recitare la preghiera, l'inferno è molto vicino.
amore e rivoluzione sono al potere ora in una casa per anziani
i posti si stanno svuotando rapidamente e le bare vengono riempite in fretta
 la morte serve allo scopo non in vecchiaia ma in gioventù
tuttavia, "c'è un cavallo di guerra morto che galoppa dentro di me...e questo mi è più intimo e più estraneo che me stessa "

Emel İrtem
Tradotto dall’inglese da Claudia Piccinno

* il simit è un tipico pane turco coperto da semi di sesamo e venduto nei chioschi ad ogni angolo delle strade.
                                   
 
                                            




È nata il 25 luglio 1969 a Eskişehir-Şeyitgazi. Si è laureata in Lingua e letteratura latina all'Università di Istanbul, Facoltà di lettere e lettere. Nel 1999, ha ricevuto il premio Orhon Murat Arıburnu con il suo file intitolato Divaneliğe Dönen Pergel (A Compass Turning into Lunacy). Questo file è stato pubblicato con lo stesso nome di quell'anno da Hera Publishing. È stata inoltre premiata con Sevda Ergin Award nel 2010 dall'International Poetry Festival di Istanbul. La sua raccolta di poesie intitolata "My Level To You" è stata pubblicata nel 2013 dalla Ikaros Publishing House, e nel 2016 la sua raccolta di poesie "Selected Poems" è stata pubblicata da Arthshop. Vive a Eskişehir.

Nessun commento: