'Aliti d'amore'. Quindici anni di appuntamenti con Gesù di Teresa Armenti

 


L'8 dicembre in occasione dell'inaugurazione dei Presepi, nella Chiesa di Castelsaraceno 
si terrà la PRESENTAZIONE DEL LIBRO da parte
del Parroco Don Vincenzo Iacovino
con una lettura di testi scelti tratti dalla raccolta
*

'Quindici anni di appuntamenti con Gesù' di Teresa Armenti è una raccolta di messaggi augurali, che l'autrice ogni anno ha scritto in occasione del Natale, da condividere e donare -come in un antico rituale- a familiari ed amici in segno di unione e di legame duraturo. La plaquette poetica, ricca di intesi messaggi e di proponimenti religiosi, è dedicata all’amico “Vincenzo D’Alessio, / il cantore del Sud,/ l’abile tessitore / di relazioni culturali" venuto a mancare due anni fa.


'Aliti d'amore' si apre con la presentazione di Don Vincenzo Iacovino, Parroco di Castelsaraceno, che esalta la spiritualità cristiana dell'autrice  e conclude il suo scritto dedicandole il seguente augurio "Possa tu contagiare di gioia quanti ti leggeranno e ti incontreranno". Segue, poi, un breve intervento introduttivo dell'Autrice stessa, in cui racconta come sono nati i suoi testi e l’idea di raccoglierli insieme “In  occasione  del  Natale, ho sentito e continuo a sentire l’esigenza di rivolgermi a Gesù  Bambino,  mettendo  in  evidenza  le  varie  problematiche  sociali  e le mie  fragilità”.

Si tratta di messaggi, intrisi di umiltà, di riflessioni, di proponimenti. Alcuni sono stati scritti in italiano, altri hanno preso forma nel dialetto lucano di Castelsaraceno e appaiono con la traduzione italiana a fronte. Il primo risale al 2008, l’ultimo al 2022 e già nel titolo “Il grido della pace” vi si legge un indiscutibile riferimento alla realtà attuale, immobilizzata da guerre, covid, crisi energetica. Ne emerge un’invocazione al dialogo e alla fratellanza, implorando la grazia a Gesù Bambino e al Beato Domenico Lentini di Lauria (nell’anno giubilare a lui dedicato).

Ciò che posso dire, in conclusione a questo breve scritto, è che ‘Aliti d’amore’ è un libricino prezioso e raffinato, che noi tutti accoglieremo e custodiremo come un dono di dialogo e di illuminazione. Di preghiere attese, da recitare nella stagione natalizia, per raccoglierci in noi stessi e stringerci ai nostri affetti. “Aiutaci  a recuperare  la  grammatica  degli affetti - scrive l'Autrice, rivolta al bambino Gesù -  Aiutaci ad  alimentare  la  nostra tiepida  fede  con  la  preghiera,  per  essere  dono  per  gli  altri, per  diventare   testimoni  di  misericordia.  Ora  sono  davanti alla tua Culla. Depongo ai tuoi piedi le mie fragilità”. 

Maria Pina Ciancio

 

 In copertina il Presepe del Maestro Franco Artese,
ambientato nei Sassi di Matera (Vaticano, 2012)

 

 

Nessun commento: