Catullo – Carme 70 – traduzione di Stefano Cervini

Catullus – Carmen LXX

Nulli se dicit mulier mea nubere malle
quam mihi, non si se Iuppiter ipse petat.
Dicit: sed mulier cupido quod dicit amanti,
in vento et rapida scribere oportet aqua.

Catullo – Carme 70 – traduzione di Stefano Cervini

Dice la mia signora che di nessuno vorrebbe essere
se non di me, quand'anche Giove stesso la domandasse.
Dice: ma ciò che ad un amante in delirio dice una donna
scriverlo conviene nel vento e nell'acqua che fugge.



1 commento:

Roberto ha detto...

Hai tradotto "cupido" con "in delirio"? Anche "in estasi", forse andrebbe bene, secondo me, ciao!