Fonte Avellana 30.4.2012

(versi di Franca Oberti scritti in un momento di “assalto esterno” al silenzio misterioso di Fonte Avellana, v. kermesse avellanita 2012)





Sul sentiero dei ciclamini

odore d'erba, profumo di lillà.

Nemmeno qua

si è salvato

il gesto antico della falce;

il silenzio è devastato dal rumore,

dal vociare ininterrotto della festa.

Rimbalza il suono

tra le antiche pietre

e scende rotolando nella valle.

Il Catria osserva e incombe

sulla spavalda gente

che prosegue, nel formicaio,

l'accumulo di niente.

Nessun commento: