Trittico di Antonio D'Alessio

Trittico in memoria di Antonio D’Alessio nel 42° della nascita (Avellino, 27 febbraio 1976 – Solofra, 9  settembre 2008) – musicista, poeta, giusto nel mondo. 



a cura di Vincenzo D'Alessio

Antonio D'Alessio (foto Michele Nigro)
 




Credi in te

Sotto il ponte
agli argini del fiume
ti verranno a cercare
credendoti morto
ti vogliono togliere
anche l’ultimo respiro,

liberati dalle oppressioni
fai quel che vuoi
non farti togliere
dagli argini del fiume 

quella è la tua casa 
là è dove vivi

credono che il tuo corpo e
la tua mente sono ceduti
non farti portar via
dal tuo piccolo posto
ove contesti in silenzio,
vai e vieni da ogni posto
del mondo, continua quello
che vuoi fare e non
dar peso alle sanguisughe
che vogliono soltanto
che un altro contestatore
del sistema cessi

di vivere.



§

Da piccolo cercavo calore,
oggi ho capito che il fuoco
è dentro di me.



§

… sei lì che reclami la mia assenza:
dove credi che sia;
nel concepimento della mia presenza!
 

Sono stato troppo tempo
ad aspettare in quel letto scomodo;
non aspettarmi quando avrai aperto la tua stanza…
e non so se almeno questo inchiostro ti farà compagnia.



(Poesie di Antonio D’Alessio estratte da: La sede dell’estro, Ed. F. Guarini 2009; e Poesie ritrovate, Ed. F. Guarini 2011)

Nessun commento: