Premio Nazionale di Poesia “AGOSTINO VENANZIO REALI” sc. 31-5-12


 


L’Associazione Culturale “Agostino Venanzio Reali”, con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, della Provincia di Forlì – Cesena, del Comune di Sogliano al Rubicone, bandisce la 11ª edizione del Premio Nazionale di Poesia AGOSTINO VENANZIO REALI, a tema libero, per opere inedite in lingua italiana, aperto ad autori italiani e stranieri. 

Scadenza: 31 maggio 2012. Le poesie dovranno pervenire entro il termine indicato, mediante raccomandata o posta prioritaria, alla Segreteria del Premio “Agostino Venanzio Reali”, c/o Comune di Sogliano al Rubicone, Piazza della Repubblica 35, 47030 Sogliano al Rubicone (FC), con l’indicazione sulla busta in stampatello “PREMIO AGOSTINO VENANZIO REALI”. 
Sezioni: Il concorso è articolato in una sezione A adulti, in una sezione B giovani che non abbiano compiuto i 21 anni di età alla data di scadenza del bando e in una sezione C giovanissimi riservata agli alunni frequentanti le scuole elementari e medie.

Presentazione dei lavori: Gli autori adulti e giovani possono partecipare presentando tre (3) poesie inedite (né di più, né di meno, pena l’esclusione) ciascuna non superiore a 40 versi, mai premiate o segnalate in precedenti concorsi alla data di scadenza del bando, in 8 copie, di cui una sola dovrà contenere le proprie generalità (i giovani e i giovanissimi dovranno indicare anche la propria data di nascita). Per edite sono da intendersi anche le poesie apparse su riviste, antologie o siti Web alla data di scadenza del bando. Non possono partecipare al concorso i vincitori dei primi premi dell’anno precedente. I giovanissimi possono partecipare anche con una sola lirica, o individualmente, o per classe.

Quota di partecipazione: € 15  per gli adulti e € 5 per i giovani e i giovanissimi, da versare tramite C/C Postale n. 72276595 o bonifico Poste Sogliano IBAN n.: IT  20  J  07601  13200   000072276595 intestato a ASSOCIAZIONE CULTURALE AGOSTINO VENANZIO REALI – SOGLIANO, indicando nella causale “Quota Premio di Poesia 2012”. I giovani e i giovanissimi, se parteciperanno al premio tramite la scuola di appartenenza, potranno versare una quota complessiva di € 5,00, indipendentemente dal n. dei partecipanti. Copia della ricevuta del versamento dovrà essere allegata alle poesie presentate, insieme alla domanda di partecipazione nella quale saranno indicati le proprie generalità, il n. di telefono ed eventuale e-mail e la dichiarazione chele poesie presentate sono inedite, di propria produzione e non sono state oggetto di premiazione o segnalazione in altri concorsi alla data di scadenza del bando”.

La Giuria, il cui giudizio è insindacabile, è così costituita: Bruno Bartoletti (Presidente), Roberta Bertozzi, Narda Fattori, Sonia Gardini, Gianfranco Lauretano, Maria Lenti, Anna Maria Tamburini.
Solo i vincitori e i segnalati saranno avvisati personalmente dalla segreteria del premio.

Premi: per la sezione A adulti 1º premio € 1000,00, 2º premio € 500,00, 3º premio € 250,00; per la sezione B giovani 1º premio € 300,00, 2º premio € 200,00, 3º premio € 100,00. Per la sezione C giovanissimi: (scuole primarie e medie): pergamena agli alunni vincitori,  pergamena e buono libri alla classe partecipante da consegnare a un rappresentante della scuola. Per la sezione C giovanissimi pergamena e un buono libro alle scuole partecipanti da consegnare a un rappresentante della scuola. Saranno inoltre riservate sei segnalazioni speciali per ogni sezione. Ai primi tre classificati delle sezioni A adulti e B giovani, oltre ai premi in denaro, saranno assegnate pergamene con profilo critico;, mentre a tutti i vincitori e ai segnalati di tutte le sezioni saranno consegnate pergamene con il risultato conseguito. I poeti premiati e segnalati inoltre saranno ospiti al pranzo nel giorno della premiazione. I lavori presentati non saranno restituiti e le poesie premiate verranno raccolte in un fascicolo che sarà distribuito gratuitamente.

Premiazione: domenica 16 settembre 2012, alle ore 10.30, nel teatro “Elisabetta Turroni” di Sogliano al Rubicone. I poeti sono tenuti a presenziare alla cerimonia di premiazione. Sono ammesse le deleghe per il ritiro dei premi ad eccezione di quelli in denaro, che verranno, qualora non riscossi personalmente, incamerati per l’edizione successiva. È consentita, su richiesta, la spedizione del premio conseguito.
Ai sensi dell’art. 10 della L. 675/96, i dati personali relativi ai partecipanti saranno utilizzati unicamente ai fini del premio. La partecipazione al concorso implica l’accettazione del presente regolamento.
Informazioni: Tel. 3343794512; e-mail: bbartoletti@gmail.com. Il bando integrale e i vincitori sono leggibili sul sito www.comune.sogliano.fc.it e sul sito: www.literary.it, dove resteranno esposti in permanenza. Il bando integrale può essere richiesto direttamente alla segreteria del premio.


Alla segreteria del Premio Nazionale
“Agostino Venanzio Reali”
P.zza della Repubblica, 35
47030 – SOGLIANO AL RUBICONE (FC)


Premio Nazionale di Poesia Agostino Venanzio Reali
(da inviare insieme alle liriche e alla copia della ricevuta del versamento)


PARTECIPAZIONE ALLA SEZIONE (fare un crocetta accanto alla sezione di partecipazione):
Sez. A – Poesia Adulti
Sez. B – Poesia giovani (fino a 21 anni)
Sez. C – Poesia giovanissimi (scuole elementari e medie)


Il/La sottoscritto/a …………………………………………………………………………………….,

nato/a a ………………………………..………… il ……………………………..  (obbligatorio solo

per i giovani e i  giovanissimi) e residente a …………………………...…………..…………………

Via …………………………………………..……………… CAP …………………………..………

Tel ……………………….…………….…… cellulare ………………..…………..…………………

eventuale e-mail ………….…………………………….…………………

CHIEDE

di partecipare al Premio Nazionale di Poesia Agostino Venanzio Reali.

Il/La sottoscritto/a inoltre, a conoscenza di quanto previsto dal “Testo unico sulle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa”, approvato con D.P.R. 28/12/2000 n. 445, in merito alle dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà, alle norme penali ed alla decadenza dai benefici ottenuti per chi rilascia dichiarazioni mendaci e firma atti falsi o contenenti dati non rispondenti a verità, sotto la propria personale responsabilità,

DICHIARA

che le poesie presentate sono inedite, di propria produzione e non sono state oggetto di premiazione o segnalazione in altri concorsi alla data di scadenza del bando.




Data, ……………………………………….. Il/La sottoscritto/a

……………………………………………

AGOSTINO VENANZIO REALI (1931 – 1994)
(note biografiche)

Agostino Venanzio Reali nacque il 27 agosto 1931 a Ville Montetiffi, un piccolo paese dell’Alta Valle Uso nel Comune di Sogliano al Rubicone (FC).
A 11 anni entra nel seminario dei Frati Minori Cappuccini a Imola. Novizio a Cesena con il nome di fra Venanzio, a ventuno anni a Bologna abbraccia definitivamente la regola francescana. Viene ordinato sacerdote nel 1957, l'anno in cui inizia gli studi di specializzazione teologica all’Università Gregoriana e al Pontificio Istituto Biblico di Roma. A Roma conosce Cardarelli, Pasolini, Govoni, Caproni. Alla fine degli studi romani, insegna in vari centri di formazione dei Frati Minori Cappuccini (Reggio Emilia, Bologna, Venezia e Ferrara): Parallelamente all’attività scolastica dà vita ad un profondo lavoro poetico e artistico, all’ombra e nel silenzio, per un’intera esistenza. Tra il ’66 e l’81 è assistente religioso con la residenza presso l’Ospedale Bellaria di Bologna.
Eletto Vicario provinciale nel 1978, dal 1981 al 1987 è Ministro provinciale, e dal 1990 direttore della rivista “Messaggero Cappuccino”.
Muore il 25 marzo 1994, all’età di 63 anni, ed è  sepolto nel cimitero di Montetiffi.
Solo alla morte i confratelli vengono a conoscenza della mole e della qualità di questo importante lavoro e nel 1995, in occasione del primo anniversario della morte, pubblicano Nóstoi. Il sentiero dei ritorni, Book Editore e nel 1999 Il Cantico dei Cantici – nella trasposizione poetica di Agostino Venanzio Reali.
Esaurite le prime tre raccolte di poesia pubblicate in vita dal poeta (Musica Anima Silenzio, Rebellato Editore 1986; Vetrate d’alabastro, Forum/Quinta Generazione, 1987; Bozzetti per creature, Forum/Quinta Generazione, 1988), nel 2002 esce la loro ristampa con il titolo di Primaneve, Book Editore.
Nel 2004 esce la prima edizione di Il Pane del silenzio. Articoli dal 1975 al 1993, Book Editore, una raccolta di articoli scritti dal 1975 al 1993.
L’attività intellettuale di Agostino Reali investe e spazia tra gli ambiti della teologia, della poesia e delle arti figurative. Come biblista cura una Sintesi di Teologia Biblica (Bologna 1973-74, Studio Teologico Cappuccino interprovinciale) e un lavoro di esegesi sui Salmi per  una Introduzione alla Bibbia. Tra teologia e poesia si colloca la trasposizione del Cantico dei Cantici dall’originale ebraico (Forlì, 1983, “Quinta Generazione”). Sul versante della poesia, già nel ’61 erano apparsi alcuni componimenti in “Fiera Letteraria” e “Belmondo” e, intorno ai primissimi anni settanta, sulle pagine di una rivista americana.
Pubblica Musica Anima Silenzio – velleità di un omaggio a Emily Dickinson (Rebellato, 1986); Vetrate d’alabastro (confessioni e preghiere), 1987, e Bozzetti per creature, 1988, entrambi come supplementi alla rivista “Quinta Generazione” di Forlì. Cinque componimenti di Congedo appaiono sull’antologia Poeti Italiani Secondo Novecento (Centro Incontri, 1993, Milano).
Nel 2008 si procede alla ristampa di Nóstoi, Book Editore, da tempo esaurito, e alla pubblicazione: G. Pozzi, La poesia di Agostino Venanzio Reali, Morcelliana, Brescia, 2008 (importante raccolta di saggi di Giovanni Pozzi).
Voce significativa di questo tempo Agostino Venanzio Reali è un intellettuale poliedrico che la critica sta esplorando in tutte le sue componenti. I professori Ezio Raimondi e Alberto Bertoni del Dipartimento di Italianistica dell’Università degli Studi di Bologna, nelle sessioni estive del 1997 e 1999, hanno seguito due tesi di laurea in Letteratura Italiana sull’opera del poeta. E' stato inoltre oggetto di studio presso le Università di Bologna, Genova e presso l'ISSR di Rimini per corsi monografici e tesi di Laurea in Letteratura Italiana e Letterature Comparate.
Nel 2000 viene pubblicato l’importante lavoro di Anna Maria Tamburini, Nòstoi. La poesia di Agostino Venanzio Reali, Società Editrice Il Ponte Vecchio, tesi di laurea della Tamburini e testo adottato come corso monografico presso l’Università degli Studi di Genova.
Si sono pronunciati sull'opera di Reali critici d'arte e di letteratura, poeti artisti musicisti filosofi teologi. Basti citare i nomi di: Mario Luzi, Giovanni Pozzi, Gianni Scalia, Enrica Salvaneschi, Marisa Bulgheroni, Graziella Corsinovi, Maria Lenti, Donato Valli, Maria Pertile, Marino Biondi, Laura Caffagnini, Giovanni Catti, Luca Cesari, Giuseppe De Carlo, Dino Dozzi, Flavio Gianessi, Pietro Gibellini, Alessandro Giovanardi, Loretta Iannascoli, Pietro Lenzini, Giorgio Mazzanti, Rocco Mario Morano, Franco Patruno, Rocco Ronchi, Cesare Ruffato, Claudio Spadon,i Piero Stefani, Roberto Tagliaferri, Anna Maria Tamburini, Natalino Valentini,, Fabrizio Zaccarini, Oronzo Casto, Carmelo Mezzasalma.

L’Associazione Culturale Agostino Venanzio Reali ogni anno organizza, in collaborazione con il Comune di Sogliano al Rubicone, due importanti incontri:
  • a marzo, in occasione dell’anniversario della morte, a Montetiffi, dove dal 2002 è stato istituito un importante museo permanente delle sue opere;
  • a settembre, 3ª domenica, a Sogliano al Rubicone, convegno/relazione con docenti universitari e assegnazione del Premio Nazionale di Poesia “Agostino Venanzio Reali”.

Nessun commento: