La strada della cenere (Paolo Fichera)


la beatitudine sospesa del maglio
in silenziose e schiera. è dannata l’altra
ogni sasso intinto in ruggine e silenzio.
la mano è tagliata e scrive

***

si sciupa la sagoma incisa del pasto, la sera
viene si fa oltraggio, ne vuoi dimmi pasto
la sequenza luminosa l’ordine privato
il progetto ampio, dio bendato cavallo
lanciato al precipizio, cara poesia riposa in pace

***

il rimbombo opaco, il lento maglio
la mestizia, la gentilezza del frammento
frana la storia ai piedi, la ruggine della bellezza
è spezia del pasto è dove è sacro è nome
nel potere di volontà sognato
la danza ricerca l’acqua, la voce gotica
madonna nera, l’acqua santa è uno stagno

***

il manto inonda la schiena: la
salvezza vera in esausta finzione, il fiore
roco. ora ripercorri il frammento,
la strada nella cenere

***

ora assimila lo sguardo alla resa
la fanghiglia porosa che suggella la coltre
la pelle, la voce di lacrima nera

***

il ciglio è un incanto ramato
dal sentiero, l’opaco
il ciglio che allenta la luce
la carne martoriata, scavata dalla cenere

***

il tracciato avvampa,
si fa fuoco, orco, oro.
Arriveranno con ciotole di sete
in albe di sera, nell’età della resa.
Un fiume di scaglie, sciamani e croci
berremo un seme scoperto, liquido
che scortica il trapasso da manto
a fiera, il lupo della lingua arroventato
marchierà con ululati i nomi
li farà steli,
versi di avventi



Questi versi inediti di Paolo Fichera (che mi viene di accostare a quelli di Massimo Sannelli) sono come vibrazioni di timpani accompagnate da rulli di tamburi, non a caso c'è una particolare cura nella scelta delle consonanti e un evitare i moduli melodici anche attraverso una frattura della sintassi: le parole e i sintagmi sono spesso già frasi ossificate: "il rimbombo opaco, il lento maglio / la mestizia, la gentilezza del frammento…"

Dal 2003 dirige, insieme a Mauro Daltin, la rivista cartacea PaginaZero-Letterature di frontiera. Sono stato incluso nell’antologia Il presente delle poesia italiana, a cura di Carlo Dentali e Stefano Salvi. Nel 2005 ho pubblicato presso la casa editrice LietoColle la raccolta poetica Lo speziale. La raccolta Innesti è di prossima uscita presso I Quaderni di Cantarena. Mie poesie sono state tradotte in inglese, francese, spagnolo, arabo e serbo-croato. Gestisco un blog personale cattedrale.wordpress.com
7