IT'S FRIDAY | Alcune poesie di Mario Saccomanno tratte da "Lembi edificabili"

 





Il mondo è in fieri –
e i nostri respiri
sono tutti necessari.

D’ogni cosa –
specialmente dell’ingenuità,
ma anche dei cifrari
quotidiani di cinismo –
come pionieri nel grembo
                        di un ennesimo dubbio –
𝘵𝘰𝘤𝘤𝘢 𝘧𝘢𝘳𝘯𝘦 𝘱𝘰𝘦𝘴𝘪𝘢 –
e che il foglio non sia solo
un piccolo lembo.


***


I sassi nello stagno



Ben vengano
i temporali improvvisi
che scuotono dai rami
le certezze del sapere
e smacchiano
l’afoso e ristagnante
dramma della vita.

È fatto
anche di nuvole
il cielo.

Io imito da sempre la postura
dei pochi che ho veduto
smuovere con sassi acuminati
le acque troppo docili del tempo.

È il preludio di una rinascita
gustare la quiete
a scontro avvenuto.

                                    𝘨𝘪𝘶𝘨𝘯𝘰 '21


***


Lancette



Ci vivono ancora di certo i ricordi
riempiendole di pane
strappato dalle scaglie della terra
e sogni e amori, distacchi e delusioni
queste case sconfitte dalle sterpaglie
dell’ultimo darsi
e dagli acciacchi del tempo.

Nuoto in punta di piedi
fra mille rigagnoli grigi,
nel vivaio in cui pesco e mi nutro
                  col cucchiaio dell’immaginazione
del cibo più ricco della mia tavola.

                                               𝘭𝘶𝘨𝘭𝘪𝘰 '20


***


Quel che manca è il necessario



Ha in sé tanti sguardi questo giorno
e differiscono al punto da stordire.

Starci dentro è sentire
come feriscono ogni corpo
le lame taglienti che si sforzano
                  di ruotare per rincorrere il futuro.

Può e dev’essere uno però il tempo
                  del 𝘴𝘦𝘯𝘵𝘪𝘮𝘦𝘯𝘵𝘰 e della 𝘴𝘰𝘭𝘪𝘥𝘢𝘳𝘪𝘦𝘵𝘢'.

Tu non dirmi che il crescere di un albero
è lo stesso in ogni luogo,
o che il vivere di un uomo
                    è lo stesso in ogni modo.

Oggi quel che manca è il 𝘯𝘦𝘤𝘦𝘴𝘴𝘢𝘳𝘪𝘰,
è il pane e il vino sulla tavola,
                  è l’ombra che al solito ci forma.

Se ne fossi io capace
darei una nuova aurora
a quest’amaro e vecchio prato
da mille asfodeli oggi sorpreso
e sul posarsi dei nuovi raggi
straccerei i veli dei pregiudizi
e con queste stesse mani
costruirei la strada di casa
che 𝘮𝘦𝘳𝘪𝘵𝘢 al mondo ogni uomo.

                                               𝘮𝘢𝘨𝘨𝘪𝘰 '20





Nel 2018 ho conseguito la laurea triennale in Filosofia e Storia e nel 2020 quella magistrale in Scienze Filosofiche all’Università della Calabria cum laude.

Nell’ultimo periodo ho rinsaldato la mia formazione seguendo svariati corsi tra cui quello di editor e correttore di bozze per l’Agenzia letteraria Herzog.

Inoltre, nel 2021 ho acquisito diverse certificazioni informatiche tra cui Eipass 7 Moduli User. Da marzo 2021 collaboro come articolista per Bottega editoriale scrivendo per il mensile di cultura e scrittura «Direfarescrivere» e per il mensile di dibattito culturale e recensioni «Bottega Scriptamanent». Tramite questa collaborazione ho intrapreso il percorso per conseguire il tesserino di giornalista pubblicista. Inoltre, contribuisco al progetto editoriale Alma Poesia scrivendo note di lettura, commenti e recensioni a diverse sillogi poetiche.

Sono tra i fondatori del sito internet www.semidiinchiostro.com. A lungo ho lavorato come copywriter per studi privati e riviste online e cartacee redigendo articoli di svariata natura, da quelli a stampo culturale a quelli riguardanti tematiche sportive.

Poeta e scrittore. I miei versi e i miei racconti sono stati inseriti in varie antologie letterarie e sono stati insigniti di numerosi premi e riconoscimenti tra cui la possibilità di pubblicare un carnet poetico, Tragitto ricurvo di sogni e d’amore, per i tipi di Vitale Edizioni. La mia silloge d’esordi o, Tanto vero da farsi utopico, è stata pubblicata nel 2019 per i tipi di Pedrazzi Editore.
A ottobre 2021 ho pubblicato una nuova raccolta poetica dal titolo Lembi edificabili per L’Erudita.

Nessun commento: