Pham Ho Thu

Pham Ho Thu (Vietnam) Nato nel 1950 ad Hanoi, Vietnam. Membro dell'Associazione degli scrittori del Vietnam. Pubblicati 4 volumi di poesie: Presente; il pomeriggio di Truong Chi; La guerra sui volti delle donne (epica); Il giardino silenzioso.


Antica Hà Nội

Quanto mi manca
Hà Nội,
quei tetti coperti di muschio
una volta ritenuti
superati nell'antica poesia.
Questo pomeriggio le folaghe nere sbattevano le ali.
Ho ricreato lo spirito di quel muschio,
Il tram veloce che
ha riportato la mia giovinezza al mercato di Bưởi
A Hà Đông e ai suoi villaggi della seta
Poi mi ha ricondotto per le strade di Hà Nội,
colma di fiori e foglie che coloravano la mia anima.
Le donne di un tempo ti salutavano
con un timido occhiolino,
il loro "Sì" era dolce come una brezza.
Chi può sentire questo e non comprendere
la felicità
trascinati come siamo
per tutta la vita
in strade pomeridiane
scandite dal tempo. Profumo di fiori di noce del Pacifico
a marzo, di fiori di latte ad agosto
e Il giacinto nasconde il suo volto
e sembra sussurri: "Quanto mi manca
Hà Nội". L'uomo che amo con la massima sincerità mi offre sussurri d'amore come un coltello che affetta le rocce.
Niente può cambiarlo Può solo soffiare dentro di me una pacata tristezza, una melodia placida,
come quella delle strade coperte di muschio.
Amo l'autunno,
l'estate mi manca
come Il velluto,
come l'amore per la bellezza.
Vorrei rimanere per sempre
una donna d'altri tempi
fresca e pura,
come una goccia di rugiada,
come la malinconia
di questi ricordi.

agosto-ottobre 2012 (Tradotto da Nguyễn Bá Chung con Lady Borton)


Una melodia d'autunno

Una goccia di rugiada cade silenziosamente dietro le persiane. Improvvisamente mi rendo conto che è arrivato l'autunno: appartiene soprattutto a me, un autunno pieno di sogni.
Alzo e tengo nel palmo una foglia gialla.
Ho attraversato autunni traboccanti di amarezza e gioia. Nessuno può prendere il tuo posto, uomo sempre in piedi nell'ombra.
Le vie dell'autunno portano le tue impronte.
Una goccia di rugiada cade silenziosa dietro le persiane.
L'autunno mi inonda silenziosamente di tranquillità. Oh, se potessi ridere,
se potessi piangere, se solo potessi appoggiare la testa al tuo petto e ascoltare il respiro dell'autunno. Come una sonnambula,
allungo le mani per salutare le stelle, per salutare la rugiada autunnale che nessuno può vedere. Dopo molto tempo, le mie mani si inumidiscono
perché lacrime e rugiada autunnali si mescolano
in una malinconica
melodia.

(Tradotto da Nguyễn Bá Chung con Lady Borton)




Passione per la pace

Come possiamo ritrovare la pace? La mia giovinezza su pendii di sabbia bianca, orme nude dal fiume al mattino presto. La nonna aveva già acceso il fuoco, le fiamme bruciano mentre il gallo canta per risvegliare l'alba. Come possiamo ritrovare la pace? Ogni mattina gli uccelli del villaggio cantavano Una dichiarazione d'amore, succulenta come il miele, Imprevedibile come il volo degli uccelli. Come possiamo ritrovare la pace? A vent'anni, bisaccia sulle spalle, sei andato in guerra. Abbiamo baciato le impronte che hai lasciato. Abbiamo pianto per le impronte nude che voi soldati avete lasciato indietro. Come possiamo ritrovare la pace? Abbiamo creduto con tutto il cuore nei veri orizzonti. Abbiamo superato gli inganni degli esseri umani. La persona speciale che amavamo da lontano ci stava aspettando. Come possiamo ritrovare la pace? Le madri cantavano ninne nanne ai loro figli senza versare una lacrima. Abbi pietà delle cicogne in quelle canzoni popolari piene di dolore, con le barche che hanno perso il ritmo dell'amore.Ho passato mesi e anni inquietanti, ho passato giorni sul campo di battaglia. Siamo riarsi dalla passione per la pace. Non lo vedi nel suo sguardo malinconico? (Tradotto da Nguyễn Bá Chung con Lady Borton)


Canzone sul fuoco

Sei arrivato.
Saluti a te, mio ​​Amore, mio ​​Fuoco.
Con noi due stasera, ci sono migliaia di stelle nascenti, migliaia di applausi, migliaia di fiori appena sbocciati, migliaia di ruscelli che gorgogliano mentre raggiungono il mare da soli.
Mi hai trovato,
donna che piangeva spesso,
che ancora sognava  in un'età in cui solitamente
i sogni sono morti.
Il tuo amore soffia in piccoli ruscelli viventi per risvegliare in una donna la sua dolcezza,
la sua timidezza.
Ti offrirà canzoni appassionate,
canzoni che hai cercato e che non sei riuscito a trovare.
Ti ho trovato,
un uomo meraviglioso e solitario,
un Albero del Virtuosismo tra  cespugli di spine.
In piedi lì per un po', hai iniziato a cantare. Chi può dire quanto è generoso il tuo cuore, quanto sei gentile.
Il tuo cuore è una fiamma di calore che scaccia l'oscurità.
Il tuo abbraccio è così stretto da farmi piangere e dire: "Sei arrivato. Saluti, Amore mio, Fuoco mio". Siamo venuti insieme da due percorsi sulla stessa strada: la strada del destino amaro e bruciante. Abbiamo camminato su sentieri solitari verso il luogo in cui non abbiamo più paura,
raggiungendo i giorni in cui entrambi vediamo le nostre lacrime.
All'improvviso ci vediamo piccoli uno davanti all'altro, giganteschi uno davanti all'altro, al sicuro e protetti l'uno per l'altro, sorridenti l'uno per l'altro, piangendo l'uno per l'altro... "Sei arrivata: Saluti, Amore mio, Fuoco mio..." Questo ritornello della donna che ami è stato nascosto nel profondo del suo cuore.
Ha attraversato diecimila frammenti di amarezza, aspettando il giorno in cui questa canzone si esprimesse in parole. E ora canterà per te, una canzone solo per te, solo per te da ascoltare, per te solo da conservare. Domani, quel canto volerà in cielo e racconterà alle stelle lontane che esiste un cuore innamorato, che ha gridato e cantato: "Sei arrivato: saluti, amore mio, fuoco mio..." Febbraio 1999 (Tradotto da Nguyễn Bá Chung con Lady


Notte di Beethoven

Inizia la sonata per pianoforte.
Grazie a te, Beethoven, le tue note brillanti circondano noi due e i nostri amici con una melodia intensa e che afferma la vita, coprendo questo bacio con il mormorio di un fiume che scorre,
con lo svolazzare di un gigantesco uccello millenario,
con il tonfo
di un masso
crollato,
poi il silenzio dello spazio,
i sussurri eterni che lodano il genere umano—
Per favore, non chiedermi perché bacio questi occhi tristi, questa fronte triste riservata per sempre a me.
Dirò: questo bacio è per sempre per te.
Per favore, non chiedermi perché sono diventata più dura di altre donne, più debole di altre donne, più morbida di altre donne, più arrendevole di altre donne nel tuo abbraccio stretto e nel tuo bacio pietrificante. Possiamo riportare indietro i suoni della chitarra che scorre lungo il fiume autunnale,
da quel momento completamente nascosto nella nostra giovinezza?
Possiamo convincere il trambusto dei ragazzi e delle ragazze del nostro tempo, quelli che una volta hanno alzato la voce cantando con noi ma che non sono più tornati?
Possiamo trattenere le lacrime della ragazza che amavi e del ragazzo che conoscevamo, loro che ci hanno detto addio, partendo per il fronte, per non incontrarci mai più? Cerchiamo i vecchi sorrisi, i vecchi sguardi, le vecchie melodie. Chi può dirci perché questo sorriso, questo bacio, questa tristezza sono diventati artefatti? Com'è fragile questo nostro mondo, questa vita e questa morte. Non gridiamo, ma dobbiamo amare mille volte di più per dire domani che abbiamo vissuto, abbiamo amato, abbiamo amato questa vita diecimila volte di più prima di partire. Continua a giocare. Grazie a te, Beethoven, la tua brillante melodia celebra un giorno in cui l'amore è tornato. (Tradotto da Nguyễn Bá Chung con Lady Borton)


Ninna nanna lontana
Rockabye, dormi dolcemente, amore mio.
Incontriamoci nei nostri sogni Rockabye, tanta amarezza è passata.
Le notizie dal fiume sono ancora al molo, le notizie del pomeriggio sono ancora lontane,
qui mando via il freddo vento di nord-ovest.
Quando sei indifferente, non aspettare;
quando sei innamorato,
continua ad attendere.
Dormi dolcemente, srotolando un verso poetico.
Per mille anni senza mai tramontare
dormi dolcemente, nonostante la tua vita di desiderio.
Anche se lontano, sogni la tua direzione. Dormi dolcemente tra canzoni e risate.
Ci manchiamo assaporando parole d'amore.
Possano gli ultimi raggi del pomeriggio di luce portami con un cuore d'amore per te.b Rockaby, oh rockaby Il vento porta gli echi della mia lontana ninna nanna (Tradotto da Nguyễn Bá Chung con Lady Borton)

Nessun commento: