AGRON SHELE, UN MECENATE POETA

Pioggia a Montparnasse
(Charles Baudelaire)

Oggi  pioveva nella mia città
Ieri c’era la stessa sinfonia
Con gocce di nebbia su tracce amare
A quel tempo,
ciò stava attirando una musa maliziosa
Sui fiori malvagi
Radicati nell'oscurità
E ombreggiati in grigio,
In un'anima
che sboccia col dolore della luce
e che resta come fosse stata
Una barca bianca devastata dai mari!
Oggi all’orizzonte scendevano drappi di nuvole
Sulle fermate più luminose del cielo
Dietro le quinte di stelle,
Quella preoccupazione s’incarnava
E un angelo sbiadiva
Guidato magicamente
Attraverso il calore delle parole
E una lunga convinzione
Un sangue insano che
Morde il male.
Baci assetati
scacciano i demoni
Verso i misteri più profondi.
Il vento ha mantenuto la sua rotta oggi
Perciò il concerto si è svolto a Montparnasse
Senza violini
Tranne le vibrazioni dell'aria,
Come suono inarticolato,
Da un coro di uccelli che mantengono lo stesso nido
Con le ali rotte
Su quella statua.
Quelle orchidee sono scese sulla terra!

traduzione a cura di Claudia Piccinno


Poeta albanese, scrittore. coordinatore di antologie internazionali.

Nato nel 1972,a Leskaj / Permet.

Attualmente risiede in Belgio.

Presidente della galassia poetica internazionale "Atunis".

Presidente della società "Ambiente e comunità" e "Bambini e giovani". Pubblicato in molti giornali, riviste nazionali e internazionali, nonché  in molte antologie globali.

Continua a dedicare il suo tempo e i suoi sforzi nel pubblicare opere letterarie dai valori universali.

È membro attivo della società civile in Albania in USAID, UNDP, UNICEF.

Beneficiario di vari riconoscimenti letterari in Albania.



Nessun commento: