Urgenza della poesia (Antonio Fiori)

Queste due poesie inedite sembrano un po' svelarci il laboratorio creativo di Antonio Fiori e forse di ogni poeta: «Non sai nemmeno se tu sia l’autore del testo/ (…) / eppure sai dove sei diretto, al cuore che palpita / alla fine, all’inizio, all’inevitabile capoverso.»
Il tocco di ironia e il ritmo sapientamente “martellante” avvolgono il lettore.



Non sai dire di no, non sai quando fermarti
cerchi ancora la mappa, lo stradario dei fatti
imbocchi i vicoli chiusi, ritorni sui passi
non sai se un santo giri i tuoi occhi o i dannati.

Non sai nemmeno se tu sia l’autore del testo
della prima quartina o di questo verso stesso
eppure sai dove sei diretto, al cuore che palpita
alla fine, all’inizio, all’inevitabile capoverso.

***

Una chiamata da fare
qualcuno che attende
un nome da ricordare
qualcosa da rendere
quello che non puoi dire
una porta da aprire

l’urgenza che avevi di vivere
nel verso ancora da scrivere.



Antonio Fiori è nato a Sassari nel 1955. Vive nella sua città, dove svolge l’attività di fiscalista nel settore del credito. Si occupa attivamente di poesia da molti anni ed ha ottenuto riconoscimenti in numerosi premi nazionali per l’inedito; nel 2004 è stato annunciato tra i sette poeti vincitori per la silloge inedita al Premio Montale Europa; per l’edito è stato tra i ventuno finalisti al Premio Camaiore 2003 con la raccolta Sotto mentite spoglie (Manni, 2002). Suoi testi sono apparsi su «L’immaginazione», «Gemellae», «Arte-Incontro», «Sonos & Contos». Collabora in diversi blog letterari e al sito web italialibri.net
È presente nelle agende antologiche Il segreto delle fragole 2004, Il segreto delle fragole 2006 edite da Lietocolle. È incluso nelle antologie Antologia della poesia erotica contemporanea (Atì Editore, 2006), Il corpo segreto – Corpo ed eros nella poesia maschile (Lietocolle, 2008) e Verso i bit – Poesia e computer (2005, Lietocolle). Ha pubblicato: Almeno ogni tanto (L’Officina delle Lettere, a cura di Crocetti ed.,1998-1999), Sotto mentite spoglie (Manni, Lecce, 2002), La quotidiana dose (Lietocolle, 2006). Hanno scritto sulla sua poesia: Maurizio Cucchi, Angelo Mundula, Fabio Simonelli, Roberto Concu Serra, Salvatore Tola, Ignazio Lippolis, Nicola Vacca, Oreste Bonvicini, Antonio Strinna, Giovanni Nuscis, Marco Scalabrino, Franco Fresi, Gianmario Lucini, Pasquale Vitagliano, Nunzio Festa, Gianfranco Fabbri.
2