Maria Carla Baroni: Poesia e impegno

intervento di Maria Carla Baroni al convegno faentino Scrittura e impegno

SCIOPERO GENERALE

Nel pallido sole d’ottobre
fuochi di rosse bandiere
giovani volti di speranza
in piazza
anche per i molti
avvolti
nella nebbia oscura
della non coscienza.                 (da Canti d’amore e di lotta)



AI TEMPI DELLA SINISTRA EXTRAPARLAMENTARE

Lunghe riunioni serali
in scantinati
gelati
per organizzare un sogno
di libertà dal bisogno
e consapevoli scelte
per tutti e tutte.                  (idem)



LA GUERRA DEL GOLFO

Per liberare il petrolio degli emiri
le armate Usa hanno lasciato
una terra di pozzi brucianti
l’aria annerita di fumi
un grande fiume inquinato e morente
antiche vestigia distrutte per sempre
e
centottantamila morti.                (idem)


ALLA FOTO DI UN VOLONTARIO

Diciassettenni
un volto ancora tondo
di bambino
apparso sui nostri giornali:
un volontario americano
alla guerra del Golfo.
Ti avranno esaltato
per farti partire
l’onore la patria la gloria
o l’avventura la virilità
oppure parlato di arabi incivili.
Sempre sbandierato
una buona paga.
Povero bambino
violentato e comprato
anche se non ucciderai
anche se non sarai ucciso
una parte di te sarà la morte.                      (idem)


PER IL ROSSO

Bruciano i bimbi rom nelle baracche
gli operai nelle officine
i boschi nella calda estate.
Non lasciamo svanire
dalle nostre bandiere
i simboli antichi del lavoro salariato
non lasciamo che il rosso
sia solo nei roghi di morte.            (idem)


PER UNA CITTA’ DELLE DONNE

Tante e vecchie e sole donne
abitanti
desolate lande di periferia
e case degradate
anche per voi
il mio politico fare e poetare
per una città bella per tutte
senza muri e recinzioni
una città
di spazi e tempi
sbocciati in comune
di alberi fiori sentimenti.         (idem)


COMUNISMO

Tragedia
di un progetto utopi
non realizzato
che sembra morto
senza essere mai nato.          (idem)



STATI VEGETATIVI PERMANENTI

Duemila corpi
essiccati ingialliti
trafitti di tubi artificiali
da lungo tempo morti
abbandonati inerti
negli ospedali
usati per giochi di potere
dalle impudenti mani
di una Chiesa sepensante padrona
di una destra serva rapace.             (da Mangrovia)


ISRAELE CONTRO GAZA

Pioggia immensa di bombe
dopo il lungo assedio di fame
contro Gaza sventrata divelt
desolata di sangue polvere pianto
per rovesciare un governo eletto
sterminato un popolo solo.             (idem)


ALLA MADRE TERRA

Ti amo
Grande Dea delle acque
antica fonte d’ogni vita fuggente
Madre Terra dall’immenso grembo
da cui la vita nasce
e dopo morta rinasce
in cicli di continuo divenire.
Ti amerò fino alla fine
del tempo a me assegnato
e sogno
che un largo  abbraccio di donne ti salverà.         (da Canti d’amore e di lotta)



FARE POLITICA

Ricompongo
frammenti di vita randagia
tra obiettivi sconfitte e piccoli passi
lungo la via della speranza.
Mi sento un punto
di una lunga linea rossa
che si fonde nel sole
della società futura
se mai esisterà.              (idem)



CRISI ECONOMICA MONDIALE

L’immensa piovra del capitalismo
che tutto ha avvolo strisciando vischiosa
intorno al pianeta morente
con la crisi economica mondiale
stravolge esseri umani a milioni
privati di lavoro casa ruolo sociale
ridotti a poveri in lotta tra loro
lasciati talora a morire di freddo
rifiuti su scuri marciapiedi.

E’ più che mai venuto il tempo
d’alzar l’ali del comunismo
per esseri umani uguali e solidali
per una vita che non sia più merce.        (da Mangrovia, di prossima pubblicazione)



NOTA  BIOBIBLIOGRAFICA

Maria Carla Baroni è nata nel 1940 a Milano, dove vive e opera. Ha frequentato il liceo classico e successivamente la facoltà diEconomia all’Università Luigi Bocconi di Milano. Economista ambientalista, è da decenni  impegnata in politica e nel movimento delle donne. Negli anni ’70 e ’80 ha pubblicato, in volumi e su riviste specializzate, saggi e articoli inerenti la città e il territorio.
Scrive poesie fin dall’adolescenza, ma solo da pochi anni ne cura la pubblicazione e la presentazione: Canti del divenire (L’Autore Libri, Firenze, 2002), con cui ha vinto il primo premio per il libro di poesie edito al Premio letterario “Europa” (Lugano, 2004); Canti d’amore e di lotta (Ibiskos, Empoli, 2003) e Millenni di minuti (Il Filo, Roma, 2005). Nel marzo 2008 sono stati ripubblicati, in una nuova edizione ampiamente riveduta , rinnovata e ampliata, Canti d’amore e di lotta (LietoColle, Faloppio, con presentazione di Oliviero Diliberto e prefazione di Alessandra Paganardi). Sue poesie sono presenti in La poesia, il sacro, il sublime a cura di Adele Desideri (Fara, 2010).
Nel 2010 pubblicherà una nuova raccolta intitolata Mangrovia.
Con la lirica Millenni di minuti, posta poi in apertura nell’omonimo volume) ha vinto il primo premio per una poesia inedita al Premio “Città di Aosta” 2008. Ha ottenuto il premio speciale della giuria in vari concorsi; è inserita in alcuni siti, in numerose antologie di piccoli premi letterari;  in Milano in versi ,una città e i suoi poeti, a cura di Angelo Gaccione (Viennepierre, Milano, 2006) e in La poesia, il sacro, il sublime, a cura di Adele Desideri (FaraEditore, Rimini, 2009). Compare: nel Dizionario ragionato degli scrittori italiani del ‘900 delle Edizioni Helicon (Arezzo, 2004); in Rodolfo Tommasi Tendenze di linguaggi (Helicon, 2008); e in Letteratura italiana del XXI secolo:primo dizionario orientativo degli scrittori (Helicon, 2010).
Canti d’amore e di lotta 2008 è stato tra i libri  selezionati al Premio Alessandro Tassoni 2008.
Una selezione di testi tratti da Canti del divenire è presente sul numero 9 de “Il Monte Analogo” (maggio 2009); Canti del divenire e Millenni di minuti sono stati recensiti, a cura di Vincenzo Viola, sui numeri 17 (dicembre 2007) e 19 (dicembre 2008) de “La Mosca di Milano”.
Una recensione complessiva è apparsa sul mensile “Noi donne” (settembre 2005) a cura di Luca Benassi. Canti d’amore e di lotta è stato recensito  sul settimanale “La Rinascita della Sinistra” (26 febbraio 2009)  da Oliviero Diliberto e nel sito della LietoColle  da Giorgio Linguaglossa.
Canti del divenire è stato presentato a Milano; Millenni di minuti a Milano e a Roma; Canti d’amore e di lotta  a Milano, Rovereto, Trento e Roma..
Sue poesie sono state da lei  lette in varie sedi milanesi, in varie città del nord Italia, a Roma e a Crotone. Suoi testi sono stati inviati a iniziative collettive a Crema e a Cagliari.
Nelle sue liriche, solitamente brevi e incisive, si integrano in modo originale il senso del divenire e del tempo ciclico di nascita morte e rinascita, l’amore nelle sue varie forme, l’impegno civile e politico e la bellezza della natura.

Maria Carla Baroni   
Via Besana 11    
20122   Milano
mariacarla.baroni@tiscalinet.it

Nessun commento: